up
sushiecoca
Alta, bella e cazzara.
Bilancia ma mai bilanciata.
Non ho filtri, solo cartine.
[ 2 ]
— 09 Luglio
► Reblog
ilventoscrive asked : Ciao, sei bella.

Ciao cucciolina, quanti cuoricini che ti mando! 

[ 188 ]
— 09 Luglio
► Reblog
im-horngry:

Vegan Mozzarella Sticks - As Requested!

im-horngry:

Vegan Mozzarella Sticks - As Requested!

(Fonte: hellyeahitsvegan.com)

[ 285 ]
— 09 Luglio
► Reblog
Bell’uomo di un Vedder.

Bell’uomo di un Vedder.

[ 44765 ]
— 09 Luglio
► Reblog

(Fonte: minuty)

[ 5 ]
— 09 Luglio
► Reblog
Oggi devo spedire una lettera ad un'amica di Roma. Ci spediamo le lettere. Le mie hanno l'odore del mio profumo personale, l'ho fatto perché un po' di me, fisicamente, arrivasse a Roma (ma, e soprattutto, anche un po' a lei). A Roma, da quanto sogno quella città.
Le sue lettere, invece, hanno sempre un profumo diverso di volta in volta, ciononostante a me sa sempre del calore di Roma che posso solo immaginare. Le sfioro come se fossero delle pietre preziose, e le conservo tutte in una scatola in cui metto anche tutto ciò che mi regala.
Non vedo l'ora di trovarmi una sua lettera nella casella della posta, tutto qui.
[ 67 ]
— 09 Luglio
► Reblog
"Si sta come l’ 8 luglio, Júlio César tra i pali."
— 3nding (via 3nding)
[ 7 ]
— 08 Luglio
► Reblog
Scazzi pomeridiani.

Scazzi pomeridiani.

[ 14 ]
— 08 Luglio
► Reblog
Io, io non ce la posso fare

Io, io non ce la posso fare

7 note
08 Luglio
Reblog

C’è nonna che è italo-brasiliana. È nata a Rovigo, ma ha la pelle leggermente scura, mi raccontava che è nato così ‘Nerina’. La chiamano tutti ‘Nerina’ e l’hanno sempre fatto, perché al paese era la più scura di tutti. Ma non si chiama Nerina, si chiama Erminia. Ma anche per tutti noi, è Nonna Nerina. È piccola piccola, sul metro e trentacinque, un po’ cicciottina e sebbene sia nata in Italia, negli occhi suoi io ci vedo il Brasile. 
Sua madre, Carolina, naque a Campinas (vicino San Paolo) e da quello che mi racconta nonna, era una stronza. Non le voleva bene, la trattava peggio di tutti gli altri fratelli, mai un abbraccio. La usava solo per leggere le lettere in portoghese che le arrivavano dal Brasile, perché era la più brava a scuola e la più competente in famiglia.

Nonna ora non si ricorda il portoghese, perché in realtà non gliel’hanno mai insegnato, anzi, parla solo rovigotto. Però io sono attaccata alla cultura, alle radici, e visto che Nonna non è riuscita a trasmetterle ai figli e a noi nipoti per cause di forza maggiore, ho deciso che imparerò io il portoghese.
Da sola.
Perché è un dovere.

[ 35099 ]
— 08 Luglio
► Reblog
imgfave:

Posted by Olivia Reed

imgfave:

Posted by Olivia Reed